News Software & Giochi

Windows 11 ti darà 10 giorni per cambiare idea e tornare a Windows 10 (se lo desideri)

Se gli aggiornamenti dell’interfaccia utente in Windows 11 non sono la tua tazza di tè, o qualsiasi altra modifica al sistema operativo è difficile da digerire, Microsoft ti consentirà di tornare a Windows 10 com’era.

Ma attenzione, avrai una finestra settimanale piuttosto breve (gioco di parole) se vuoi farlo.

L’anteprima di Microsoft per Windows 11 è già disponibile per gli addetti ai lavori. La versione finale del sistema operativo dovrebbe essere distribuita con i nuovi sistemi entro la fine dell’anno, quando sarà disponibile come aggiornamento gratuito per i possessori di PC esistenti, anche se gli aggiornamenti automatici non verranno spinti fino al 2022.

È certamente abbastanza lungo per vedere come si presenta il nuovo sistema operativo se non sei uno dei primi ad adottarlo, ma potrebbero esserci cose che sarai in grado di apprezzare solo dopo averlo verificato tu stesso.

In passato, una volta eseguito l’aggiornamento a una versione più recente di Windows eri bloccato lì, ma secondo una FAQ di Windows 11 che Microsoft ha fornito ai produttori, affermano che sarà possibile tornare a Windows 10.

Sepolto negli strati di domande sui controversi requisiti hardware di sistema per l’aggiornamento, o anche sulla differenza tra un “aggiornamento” e un “aggiornamento”, il documento afferma:

Dopo aver installato l’aggiornamento a Windows 11 c’è un periodo di 10 giorni in cui puoi tornare a Windows 10 mantenendo i file e i dati che hai portato con te. Dopo i 10 giorni sarà necessario eseguire il backup dei dati ed eseguire una “installazione pulita” per tornare a Windows 10.

Sono sicuramente 10 giorni in più rispetto a quelli che ottieni con un aggiornamento da Windows 7 o 8.x a 10, ma dare agli utenti meno di due settimane per provare un rinnovamento così importante di quello che potrebbe essere un computer con driver quotidiano sembra ancora che Microsoft stia cercando di affrettare una decisione dagli utenti.

Se trovi insopportabile la barra delle applicazioni centrata, è fortunatamente facile tornare al vecchio sistema operativo; il menu Aggiornamento e sicurezza in Impostazioni di Windows ti consente di ripristinare il tuo sistema alla precedente build di Windows 10, completo di tutte le app e i dati che avevi. Il documento afferma inoltre che Windows 10 sarà supportato con aggiornamenti fino a ottobre 2025, e forse oltre, a seconda di come procede l’adozione di Windows 11. Il menu Start come lo conosci (almeno negli ultimi cinque anni) dovrebbe rimanere in funzione ancora per un po’.

Qual è la tua reazione?

Articoli correlati

1 di 88
Share via
×
Notifiche da Facebook
×
Notifiche da Instagram
×
Notifiche iscrizione
Send this to a friend