Tricks & Tips Sicurezza

Dieci consigli per proteggere la famiglia online

Un semplice decalogo per migliorare la sicurezza online della propria famiglia e garantirle protezione e tranquillità.


ZoneAlarm, divisione consumer di Check Point, ha elaborato un semplice decalogo per garantire protezione e tranquillità alla propria famiglia online. Il decalogo spiega come migliorare, con poche e semplici indicazioni, la sicurezza online della propria famiglia.

Ora che l'uso di Internet si è fatto ancor più pervasivo, anche e soprattutto tra i più giovani, non di rado ci si trova di fronte a delle vere e proprie connected family: i vari componenti della famiglia accedono in maniera indipendente e spesso contemporanea al web, per i motivi più vari, ed è importante adottare delle semplici precauzioni che possono consentire di dormire sonni più tranquilli.

Per questo, ZoneAlarm offre questi dieci utili consigli:

1. Decidere dove i vostri figli possono e non possono andare su Internet e renderli consapevoli dei rischi e delle minacce online. Ci sono oltre 1 milioni di virus informatici al mondo, che rappresentano solo una piccola parte delle minacce complessive online.

2. Usare una soluzione antivirus completa per proteggersi online (indovina quale consigliano? – NdR). Oltre i tre quarti degli utenti statunitensi (79%) fanno uso di soluzioni antivirus per proteggersi online.

3. Monitorare il comportamento dei propri figli sui social media e le loro importazioni di privacy e sicurezza. Il 70% dei genitori hanno discusso il tema della privacy nei social networking con i loro figli.

4. Effettuare un backup su base regolare per evitare di perdere importanti informazioni personali. Un quarto degli utenti non esegue nessun tipo di backup sui dati contenuti sul proprio computer.

5. Proteggersi con password adeguate. Meno di due terzi degli utenti utilizza password definite come "sicure".

6. Spiegare ai propri figli che condividere informazioni personali sul web è come darle a perfetti sconosciuti e che, se sono in dubbio, devono confrontarsi con voi. Solo il 50% degli utenti crede che i propri contatti sui social media mantengano private le informazioni che ricevono.

7. Leggere attentamente le normative sulla privacy online, quando ci si iscrive a un determinato network o servizio.

8. Rendere sicura la propria rete wireless ed evitare di utilizzare reti Wi-Fi aperte. Negli Stati Uniti, il 32% degli utenti ammette di fare uso delle reti wireless dei vicini, quando le trova non protette.

9. Imparare a riconoscere le possibili truffe e gestire in modo efficace le propria attività di email.

10. Fare sì che tutti gli utenti della famiglia siano cauti online e facciano uso del comune buon senso. Il 92% dei genitori è convinto che i propri figli rendano pubbliche troppe informazioni su se stessi online. 

Articoli correlati

Nessun contenuto disponibile
Lascia un commento