mercoledì 1 Febbraio 2023

Ultimi articoli

Imparando

Cosa sono i DPI in informatica?

I DPI (acronimo di Punti per Pollice) rappresenta la risoluzione fisica di uno schermo, di una stampante o di qualsiasi altro dispositivo di output. Si tratta di un parametro che indica il numero di pixel presenti su un pollice lineare di uno schermo. La dicitura “DPI” è stata originariamente utilizzata per stampanti a getto d’inchiostro, in quanto il loro numero di punti per pollice è determinato dall’uso di gocce di inchiostro.

Risoluzione

Come viene calcolato il DPI?

Il DPI viene calcolato prendendo in considerazione la dimensione orizzontale e quella verticale del dispositivo e dividerle per la dimensione dello schermo, tenendo conto della diagonale. Il numero di punti (*dots*) presenti sulla diagonale dello schermo può essere di tutti i tipi, dall’alta risoluzione alla bassa risoluzione. Una maggior quantitĂ  di punti corrisponde ad un’immagine nitida e naturale.

A cosa serve il DPI?

Il DPI serve soprattutto a due scopi:

  • Per sapere come saranno visualizzati i file, poichĂ© il DPI determina la grandezza degli elementi visibili sullo schermo e la definizione dell’immagine.
  • Per la stampa, poichĂ© un file piĂą definito richiede una maggiore densitĂ  di pixel su carta.

Come scegliere il DPI giusto?

La scelta del DPI giusto è importante sia per la qualitĂ  dell’immagine sia per la durata della batteria.

Per gli schermi, si possono scegliere tre diverse opzioni in base alle proprie esigenze:

DPIDefinizioneDurata della batteria
Bassa (da 60 a 90)Immagine sgranataMaggiore durata della batteria
Media (da 90 a 140)Media definizioneDurata della batteria normale
Alta (da 140 a 200)Immagine definitaMinore durata della batteria

Per la stampa, è possibile scegliere un DPI alto, minimo 300 e solo per stampanti di alta qualitĂ  anche di 600. Anche in questo caso, è bene considerare che un maggiore numero di punti influisce anche sulla qualitĂ  dell’immagine stampata, ma allo stesso tempo può influire negativamente sullo spreco di inchiostro.

Conclusioni

I DPI (acronimo di Punti per Pollice) rappresenta la risoluzione fisica di uno schermo, di una stampante o di qualsiasi altro dispositivo di output. Il DPI indica il numero di pixel presenti su un pollice lineare di uno schermo e viene calcolato prendendo in considerazione la dimensione orizzontale e quella verticale del dispositivo e dividendole per la dimensione dello schermo.

Il DPI serve soprattutto per sapere come saranno visualizzati i file e per la stampa, essendo un file piĂą definito richiede una maggiore densitĂ  di pixel su carta.

Per gli schermi, si possono scegliere tre diverse opzioni in base alle proprie esigenze: bassa, media o alta, mentre per la stampa è possibile scegliere un DPI alto, minimo 300 e solo per stampanti di alta qualità anche di 600. In ogni caso, è bene considerare che un maggiore numero di punti può influire negativamente sullo spreco di inchiostro.

Articoli correlati

1 di 5
Lascia un commento

Rilevato Adblock

I sistemi hanno rilevato il blocco di script e pubblicitĂ . Ti consiglio di disattivarli. Grazie.

Refresh Page
x
Helpsystem Informatica

Helpsystem Informatica

Form di contatto veloce

I will be back soon

Helpsystem Informatica
Ciao, sono il BOT del sito đź‘‹
Scegli il metodo che vuoi usare per comunicare con me.
Ti risponderò prima possibile! Grazie.
Inizia a chattare su:
chat

Hai uno smartphone Android?

Visita il mio sito usando la mia APP, ti basta cliccare il pulsante qui sotto per scaricarlo in pochi secondi

Helpsystem Informatica Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.
Ignora
Consenti notifiche
Verified by MonsterInsights